2006: Paul Kimayo Kimugul vince l’ultima edizione della Scarpa d’Oro Internazionale

Paul Kimayo Kimugul, che una settimana prima aveva dominato la Stramilano, ha confermato le sue eccezionali condizioni di forma, gestendo da protagonista assoluto la 27° edizione della Scarpa d’Oro di Vigevano. Il 25enne campione keniano in forza alla Running Team Cover Mapei ha stroncato la resistenza degli avversari nel tratto di salita subito dopo la Piazza Ducale: in quel segmento di percorso sembrava volare ed così riuscito ad accumulare il vantaggio sufficiente per evitare possibili sorprese in volata. Infatti nell’ultimo giro l’altro keniano Philemon Kisang si è avvicinato pericolosamente ma il distacco era ormai incolmabile. Al terzo posto è arrivato il tanzaniano Martin Sulle. Primo degli italiani il bellunese delle Fiamme Gialle Gabriele De Nard che ha cercato di rimanere attaccato al gruppetto africano sin dal primo metro di gara. Delusione cocente per l’ucraino Ivan Heshko che aveva annunciato di essere in buone condizioni ma invece è uscito di scena subito dopo il primo chilometro: un atteggiamento poco professionale. E’ un peccato perchè da lui ci si aspettava almeno una risposta all’attacco africano.

Ordine di arrivo: 1. Paul Kimayo Kimugul (Ken) 23’03”, 2. Philemon Kipchumb Kisang (Ken) 23’04”, 3. Martin Sulle (Tan) 23’05”.

Dopo 27 edizioni, cala così il sipario sulla Scarpa d’Oro Internazionale, che lascerà il posto alla Scarpa d’Oro Half Marathon che nel frattempo ha corso la sua edizione 0, vinta dal varesino Marco Brambilla. Lo scarso interesse da parte di media e di sponsor verso questo tipo di avvenimenti, unito ad una contemporanea e crescente richiesta da parte di amatori e semplici appassionati di running, ha fatto propendere gli organizzatori a cambiare tipo di manifestazione. Sempre, però, con la solita formula di successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *