Scarpa d’Oro Half Marathon: il freddo non ferma la Andreucci e Pellizzoni

Prima edizione ufficiale bagnata, ma non certo sfortunata quella della Scarpa d’Oro Half Marathon di Vigevano andata in onda domenica 25 marzo. Sotto un plumbeo cielo di marzo, la carica degli oltre mille partecipanti ha sfilato lungo le vie cittadine e nella campagne della Lomellina, dando vita ad una bella mattinata dedicata al sano sport. Al via si sono presentati 1027 sui 1033 iscritti e hanno tagliato il traguardo in 939.

Fabrizio Pellizzoni, vincitore della 1^ Scarpadoro Half Marathon tra gli uomini. In alto Lucilla Andreucci, prima fra le donne (foto Omega/Colombo Giancarlo)

A livello tecnico, i risultati paiono non aver risentito troppo della pioggia caduta, tanto che, a livello femminile, è arrivato un exploit di altissimo livello. Lo ha messo a segno Lucilla Andreucci che, seguendo i favori del pronostico, si è aggiudicata la prova con l’ottimo tempo di 1h16’51″. Un allenamento più che proficuo in vista delle future maratone, dunque, per la maratoneta del Gruppo Sportivo Forestale che ha poi dichiarato di aver apprezzato molto il tracciato della Scarpa D’Oro Half Marathon. La gara maschile, invece, ha visto prevalere un po’ a sorpresa Fabrizio Pellizzoni della Canottieri Milano, che dopo una gara tatticamente accorta, ha chiuso con il tempo di 1h11’55”.

Particolarmente gradita, come già annunciata alla vigilia, è stata inoltre la presenza di molti personaggi dello sport e dello spettacolo, accomunati dalla passione per il running: il primo ad arrivare, tra loro, è stato il recordman del mondo di immersione in assetto variabile Gianluca Genoni; è stata poi la volta di Linus, storico direttore artistico di Radio Deejay, e di Manlio Gasparotto, giornalista d ella Gazzetta dello Sport famoso per essere divenuto, in tempo di record, da uomo sedentario qual era, ad esperto ed apprezzato runner. Oltre alla Mezza Maratona, pochi minuti d opo, partivano gli oltre 700 della gara delle famiglie “Family Run”. Malgrado il freddo, bambini, carrozzine, animali e disabili hanno colorato e vivacizzato una mattinata che è riuscita comunque a trasformarsi in una grande festa.
Di tutto un po’, dunque, in una gara che ha dato la sua prova di maturità, grazie ad un’efficiente organizzazione ed una bellissima accoglienza, che molti dei corridori ricorderanno con piacere. 

ORDINE DI ARRIVO MASCHILE

1) Fabrizio Pellizzoni (Canottieri Milano) 1h11’55”
2) Daniele Pagani (Libero) 1h12’21”
3) William Iacoboni (BPM Bovisio Masciago) 1h13’36”
4) Nicola Gallina (Canottieri Milano) 1h13’55”
5) Fabrizio Triulzi (Liquigas) 1h14’11”
6) Davide Gaudino (Equipe Oleggio 2000) 1h14’22”
7) Giacinto Manfron (AS Falchi) 1h14’27”
8) Costantino Simonetta (GS Montestella) 1h15’33”
9) Stefano Demuru (Valbossa-Azzate) 1h15’42”
10) Manuel Beltrami (Avis Pavia) 1h15’58”

ORDINE DI ARRIVO FEMMINILE

1) Lucilla Andreucci (Forestale) 1h16’51”
2) Moracci Iacopla (Cus Milano) 1h23’17”
3) Giuseppina Madè (Atl Vignate) 1h28’29”
4) Claudia Lucati (Montestella) 1h28’47”
5) Daniela Russo (Montestella) 1h29’11”
6) Elisabetta Colzani (Marco Italia) 1h29’46”
7) Sabina Guizzari (Voghera) 1h30’21
8) Raffaella Preatoni (Cus Milano)1h30’47”
9) Giuseppina Verga (Atl. Garbagnate) 1h30’52”
10) Roberta Grezzi (BPM Bovisio Masciago) 1h31’07”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *