1993: Panetta vince la 14^ edizione della Scarpa d’Oro Internazionale

Francesco Panetta a braccia alzate sul traguardo della 14^ Scarpa d’Oro Internazionale

Una pioggia torrenziale è il tema conduttore della quattordicesima edizione della Scarpa d’Oro. Acqua da tutte le parti, di sopra, di sotto, acqua gelida che scende inesorabile a bagnare tutto e tutti e che rende difficile la vita ad atleti ed organizzatori. Sulla linea di partenza si presentano due grandi del mezzofondo azzurro: Francesco Panetta e Genny Di Napoli; Il napomilanese è reduce dalla vittoria nei 3.000 metri ai Campionati Mondiali indoor di Toronto, in Canada. 

Genny ha già vinto la sua Scarpa, nel 1990, ed ora vorrebbe fare il paio. Ma il compagno ed amico Francesco non ci sta. Lui non ha mai vinto a Vigevano, non può lasciarsi sfuggire una simile occasione. Subito dopo lo sparo di partenza Panetta chiarisce immediatamente le sue intenzioni: si piazza davanti al gruppo per dettare il ritmo. Non vuole ritrovarsi alla fine in compagnia di Genny, temibilissimo e sicuramente più veloce nello sprint finale. Ma è solo nel corso dell’ultimo giro, con un allungo imperioso nel cortile del Castello, che Panetta riesce a staccare l’avversario. Entra in Piazza e saluta felice..
Ordine d’arrivo: 1. Panetta (Paf Verona) 23:27, 2. Di Napoli (Snam) 23:31, 3. Barzaghi (K-Way) 23:42
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *