1985: vince lo “spirito della pioggia” Steve Ovett

Steve Ovett e Francesco Panetta all’uscita della Strada Coperta

“Spirit of the rain”, lo spirito della pioggia, come viene affettuosamente chiamato Steve Ovett in patria dai giornalisti e dai suoi numerosi tifosi, è tornato e con lui, puntuale, appunto la pioggia ha nuovamente martoriato questa sesta edizione della Scarpa d’Oro.

L’inglese è al suo debutto agonistico stagionale. Ha iniziato gli allenamenti a dicembre, dopo che alle Olimpiadi di Los Angeles era stato portato fuori campo in barella per problemi cardiaci, quindi questa gara, impegnativa gli sta particolarmente a cuore. È l’avversario da battere ed il giovane Francesco Panetta lo marca stretto. Inutilmente. Il vecchio leone vince ancora, con un allungo imperioso nell’ultimo tratto del percorso, poco prima di entrare in Piazza Ducale. Con questa vittoria Steve pareggia il rivale Sebastian Coe, vincitore nel 1980 e nel 1983.

Nell’edizione ‘85 le forze produttive cittadine si sono fatte coinvolgere direttamente, diventando parte operante della manifestazione. Così industria e cultura vigevanese hanno trovato ampio spazio sui giornali e nelle tv.

Ordine d’arrivo: 1. Ovett (Gbr) 20:07, 2. Panetta (P.P. Freedent) 20:09, 3. Da Silva (Bra) 20:14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.